16 settembre 2018 // Lago della Vacca e Cima Laione

Un numeroso gruppo di persone ha partecipato ieri alla gita organizzata da APE Brescia e Ape Bergamo, risalendo la Val Fredda con destinazione il Lago della Vacca. Alcuni hanno poi proseguito fino a raggiungere i 2.770 m di quota di Cima Laione.
Foschia in quota, ma morale tenuto sempre alto dalla voglia di condividere assieme tempo e passi sui sentieri.
Grazie a tutti i presenti!

Dati in breve (sola salita)
Per il Lago della Vacca:
Lunghezza: 7 km
Dislivello: 600 m D+
Tempo stimato: 3 h
Difficoltà: facile

Per Cima Laione
Lunghezza: 9,5 km
Dislivello: 1000 m D+
Tempo stimato: 4 h e mezza
Difficoltà: media
Punti di appoggio: Rifugio Tita Secchi al Lago della Vacca

Descrizione 
Partendo dall’ampio parcheggio in loc. Bazena, si risale la Val Fredda seguendo le indicazioni del Sentiero 1 “Alta Via dell’Adamello”, inizialmente in moderata salita poi con pendenze via via più modeste; superato il Passo di Val Fredda si entra in Val Cadino e rimanendo in quota con sali – scendi poco impegnativi, si procede verso il Passo della Vacca e successivamente per l’omonimo Lago e il Rifugio Tita Secchi, dove chi vuole può sostare.
Per raggiungere Cima Laione si prosegue invece sul Sentiero 1, muovendosi fra pietre e blocchi di granito, in un contesto ora più difficile. Si abbandona la via principale poco oltre il Passo di Blumone, ormai in vista della cima, seguendo la direzione indicata da alcuni ometti di pietra; giunti sotto Cima Laione si ritrova una traccia evidente e la si risale fino a raggiungere brevemente la bella vetta panoramica.

 


Sempre più in alto, per una nuova umanità

A.P.E. - Associazione Proletari Escursionisti (dal 1919)