Ai rifugi Brentei e Alimonta

Bellissima escursione nelle Dolomiti di Brenta, con partenza da Madonna di Campiglio (parcheggio località Vallesinella, 1.500 m slm) per raggiungere il Rifugio Brentei (2.180 m slm) e successivamente il Rifugio Alimonta (2.580 m slm), posto su un altipiano in un contesto “lunare” e molto scenografico.

Dati in breve
Lunghezza: 15 km A/R
Dislivello: 1.100 m D+ (700 m D+ per il Rifugio Brentei)
Tempo stimato: 7 h pause escluse
Difficoltà: Impegnativo. Il percorso è tecnicamente accessibile a tutti, ma richiede buon allenamento e scarpe appropriate fino al rifugio Brentei (prima tappa) vista la salita di quasi 700 m, e ottima forma fisica per proseguire fino al rifugio successivo (altri 400 m in quota)

Descrizione itinerario
Partenza escursione rifugio Vallesinella (1513 m). Sentiero 317 fino al rifugio Casinei (1825 m, 1 h). Sentiero comodo ma ripido nel bosco.
Dal Casinei, sentiero 318 fino al rifugio Brentei (2182 m, 1 h 40′, totale 2 h 40′). Nei primi 40′ si sale di altri 200 m fino a raggiungere una cresta, poi lunga traversata quasi orizzontale molto panoramica. Vicino all’arrivo, piccola sosta sul luogo dove morirono 7 ragazzini di una comitiva parrocchiale nel ’91, a causa del crollo di un ponte di neve durante un temporale.
Dal Brentei, sentiero 323 fino al rifugio Alimonta (2580 m, 1 h 25′, totale 4 h 5′). Sentiero inizialmente semplice al centro di un vallone fino al bivio col 305b e poi col 396. A questo punto il sentiero rimonta a destra un versante roccioso ed in alcuni punti un cavo aiuta su roccia (non esposto, ma richiede un minimo di attenzione).

Arrivo su altopiano lunare, molto scenografico.

Dal termine della salita (attorno ai 2100 m, mezzora dopo il Casinei) fino al Brentei, la traversata in quota è estremamente ripagante, con l’immagine finale del Crozzon di Brenta, un pilastro di 900 m tagliato per intero da una colata di ghiaccio.

Dopo la foto di gruppo Rosalia ha letto una poesia: abbiamo deciso che faremo cosi’ tutte le prossime volte…

La poesia è di Mariangela Gualtieri ed è tratta dal libro ” Fuoco centrale e altre poesie per il teatro”

Sempre più in alto, per una nuova umanità

A.P.E. - Alveare dell'Associazione Proletari Escursionisti dal 1919