in agenda

Nov
24
Dom
Tra boschi e pascoli di Bovegno
Nov 24@7:45 AM–4:00 PM
Tra boschi e pascoli di Bovegno

/////////RIMANDATO A DOMENICA 24 NOVEMBRE/////////

Domenica 24 novembre siamo a Bovegno per conoscere un angolo di Valtrompia poco frequentato, un bellissimo ambiente bucolico di prati, malghe e boschi dipinto da quella gamma di colori che solo l’autunno riesce a regalare. Escursione di medio impegno per via di una certa lunghezza, comunque contenuta, ma priva di elementi di difficoltà.

Ritrovo:
– ore 7.45 a Brescia al parcheggio metro Prealpino lato area commerciale (partenza entro le ore 8.00);
– ore 08.45 a Bovegno al parcheggio del Parco del Mella, dalla strada statale quasi al termine dell’abitato e appena prima del cimitero, seguire verso destra le indicazioni turistiche per il parcheggio: https://goo.gl/maps/AjmNDppAQqPrdqg56

Dati in breve
Distanza: 12 Km
Dislivello: 750 m D+
Tempo di percorrenza: 4 h e 30′ pause escluse
Difficoltà: media

Dal parcheggio si torna a piedi sulla statale dove cammineremo in direzione Collio per 200 mt. Sulla destra si imbocca il sentiero in discesa verso il ponte Medioevale segnalato con un cartello. Dopo il ponte il sentiero sale tra boschi e prati fino a raggiungere la frazione Ludizzo (m 780).
Poco prima del paese sulla destra imbocchiamo vicino ad una fontana il sentiero 346 riportante indicazione malga Garotta, elevazione massima raggiunta dalla gita (m 1.377). Dopo 40 minuti circa, ad un bivio sulla sinistra viene indicato dosso Apice o Monte Croce dal quale potremo ammirare le principale frazioni di Bovegno.
Ritornando sul sentiero principale si supera un primo roccolo, per poi aggirare a destra la radura del Roccolo Martinassi (m 1.273 ) oltre il quale, con alcune curve il sentiero prosegue fino ai pascoli della Garotta, punteggiati da bellissimi faggi.
Qui inizia la discesa su mulattiera che attraverso il passo del Cavalletto ci porterà nei prati di Zovatto, dove possiamo sostare.
La mulattiera viene abbandonata dopo poche curve e imbocchiamo il sentiero nel bosco che ci porta nei prati di Segonasso.
Qui inizia la strada carrozzabile fino alla Val Sorda che imbocchiamo in discesa fino alla località Fucine.
Tramite sentiero ritorniamo in pochi minuti al ponte e al parcheggio.

Raccomandiamo abbigliamento adeguato al periodo e l’utilizzo di scarpe da trekking. Pranzo al sacco.

Per partecipare all’escursione è richiesta l’iscrizione all’associazione APE Brescia; per i minori l’iscrizione è gratuita, mentre per i maggiorenni è prevista una quota annuale di €. 10,00. Se non siete ancora iscritti potete comunicarci i vostri dati compilando questo modulo:

https://docs.google.com/forms/d/e/1FAIpQLSezKwNiQ2gOGGEYJJe3YL23Hb6jXUJGlpcu-NKSR-9XrPIGug/viewform

Per maggiori informazioni e per segnalarci la vostra partecipazione vi chiediamo di inviare un messaggio alla nostra pagina Facebook APE Brescia o di scriverci all’indirizzo apebrescia@gmail.com

Nov
25
Lun
Incontro mensile a Pianoterra
Nov 25@7:00 PM–9:00 PM

Ogni quarto lunedì del mese, dalle 19 alle 21, Ape Milano si incontra al Pianoterra, il nostro rifugio in città: facciamo il punto sulle gite, sulle iniziative in programma, ceniamo insieme ed è il momento buono per fare o ritirare la propria tessera, per conoscerci, proporre attività o anche solo passare a trovarci.

Ci vediamo al Pianoterra, via Confalonieri 3, a Milano.

Dic
1
Dom
La Forra di San Michele e il Monte Cas
Dic 1@7:00 AM–4:00 PM
La Forra di San Michele e il Monte Cas

Con questo suggestivo itinerario in zona alto Garda, risaliamo la selvaggia forra di San Michele per il sentiero che costeggia le opere idrauliche che alimentavano il cotonificio di Campione e guadagniamo la Cima del Monte Cas, passando per appostamenti risalenti alla prima guerra mondiale e per spettacolari tratti panoramici sul lago.

Punti di ritrovo:
– ore 7.00 a Brescia parcheggio metro Sant’Eufemia Buffalora con partenza entro le ore 7.15
– ore 8.30 a Campione (Tremosine) al parcheggio di Via Monsignor Giacomo Tavernini https://goo.gl/maps/ACS5DHfm63uSyxA87

Dati in breve
Distanza: 11,5 Km
Dislivello: 700 m D+
Tempo di percorrenza: 5 h pause escluse
Difficoltà: media

Partiamo da Campione (quota 70 m) e seguiamo le indicazioni della Bassa Via del Garda, iniziando a salire per una lunga serie di scalini prima cementati e poi di pietre posate a secco. Ci inoltriamo nella Forra di San Michele che ci regala alcuni scorci veramente suggestivi su cascate e pareti rocciose, mentre prendendo quota si aprono panorami sul lago sempre più belli. Saliamo costeggiando le opere idrauliche che alimentavano il cotonificio di Campione, passando anche per un breve tunnel parzialmente illuminato e continuiamo a seguire le indicazione della B.V.G. (sentiero n. 200 per Prabione e Monte Cas).
Questa prima parte di salita (400 m di dislivello circa) risulta a tratti piuttosto faticosa e va presa con la giusta calma, la stessa che ci consente di godere dell’ambiente fantastico nel quale siamo immersi.

Guadagnato l’altipiano di Tignale, a quota 470 m circa, passiamo poco distanti da Prabione e un tratto di sentiero più dolce ci porta verso un ultimo strappo ripido, ma decisamente breve (sentiero n. 266). Arriviamo così sotto la morbida cresta del Monte Cas, dove il panorama si apre sul lago e passando per alcuni appostamenti della Prima guerra mondiale guadagniamo infine la cima.

Per il ritorno, scendiamo sull’altro lato del Monte Cas, passando per il Santuario di Montecastello, che custodisce un dipinto ex-voto per la morte del bandito Zanzanù. Raggiungiamo quindi Prabione, camminando con attenzione per qualche centinaio di metri a fianco di una Strada Provinciale poco trafficata e lo oltrepassiamo seguendo le indicazione per la località Pontesél (sentiero n. 204), che ci portano su un bel viottolo contornato da muri a secco. Incontrate le indicazioni per Campione, pieghiamo a destra passando nel bosco non distanti dalla Forra di San Michele e rientriamo nel sentiero percorso all’andata, che seguiamo fino al punto di partenza.

Raccomandiamo abbigliamento adeguato al periodo e l’utilizzo di scarpe da trekking. Pranzo al sacco.

Vi chiediamo di confermarci la vostra presenza mandando un messaggio alla nostra pagina Facebook @APE Brescia o scrivendoci all’indirizzo apebrescia@gmail.com

Per partecipare all’escursione è richiesta l’iscrizione all’associazione APE Brescia; per i minori l’iscrizione è gratuita, mentre per i maggiorenni è prevista una quota annuale di €. 10,00. Se non siete ancora iscritti potete comunicarci i vostri dati compilando questo modulo:

https://docs.google.com/forms/d/e/1FAIpQLSezKwNiQ2gOGGEYJJe3YL23Hb6jXUJGlpcu-NKSR-9XrPIGug/viewform

Dic
7
Sab
2 giorni al Rifugio Menaggio
Dic 7@8:00 AM–Dic 8@6:00 PM

Se non sapete qual è la più bella vista sul lago di Como non conoscete il Rifugio Menaggio. Sarà per questo, per il panorama che si gode dalla vetta del Grona o per il piacere di raggiungere il panettone del Bregagno in ogni stagione che periodicamente saliamo a pernottare da Dario, il suo gestore.

Info

Difficoltà: EE (2/3 api)

Quota partenza: 1000m ca.

Quota massima: 2107m (se il tempo lo consentirà, nella giornata di domenica)

Pranzo: al sacco, mezza pensione in rifugio 35E

Abbigliamento: adeguato ai rigori della stagione e all’eventualità di pioggia o neve

Note: sabato pomeriggio raggiungeremo la vetta del Monte Grona, domenica il Bregagnino o Bregano in dipendenza delle condizioni meteorologiche. Il saccolenzuolo è obbligatorio per il pernotto in rifugio.

Iscrizioni

Le gite sociali sono aperte ai soci, non hanno un costo (le spese vive di viaggio si dividono tra i partecipanti!), ma ti chiediamo di registrarti e segnalarci se hai un’auto e dei posti liberi. La quota annuale è di soli 10 euro e ci permette di coprire la spese delle attività sociali.

 

Vuoi iscriverti? Facile, basta:

  1. compilare il form per partecipare alla gita:

Iscrizioni dal 28 novembre al 5 dicembre, salvo raggiungimento limite partecipanti. Troverai qui il link al modulo di registrazione in quei giorni.

  1. compilare il modulo online per iscriverti all’Ape (se non sei già iscritto);

Ritrovo

h8 a Piano Terra (via F. Confalonieri 3)

h8.15 partenza

Accesso

Da Milano si raggiunge Como via A9, quindi SS340 fino a Menaggio, di qui SP7 fino a Monti di Breglia.

L’ultimo parcheggio utile si raggiunge solo in assenza di neve, previo pagamento del ticket. Vedi l’itinerario qui.

Itinerario

Nella giornata di sabato, con partenza dall’ultimo parcheggio di Monti di Breglia ci recheremo prima al rifugio e, in dipendenza delle condizioni climatiche, in vetta al Monte Grona o (in alternativa) in località Sant’Amate. La domenica sarà invece dedicata all’ascesa al Monte Bregagno, da cui torneremo in direzione del rifugio e quindi dell’auto.

Link utili

milanoape@gmail.com // http://www.ape-alveare.it/ // https://t.me/alveareapeino

 

Dic
19
Gio
Anteprima di The Milky Way con risottata di fine anno
Dic 19@7:00 PM–10:00 PM
Quella della risottata di dicembre è una tradizione apeina consolidata da ben 2 (!) anni.
Il prossimo 19 dicembre vi aspettiamo dunque a Piano Terra con una lauta, densa e calda porzione del miglior risotto apeino e salutarci in vista della riapertura delle attività a metà gennaio. Tutto qui? Assolutamente no. Prima della cena delle ore 21 vi aspettiamo dalle 19.00 per…
The Milky Way – Presentazione del nuovo progetto di film-documentario, a cura di Luigi D’Alife & Smk Videofactory
I territori delle Alpi occidentali sono interessati da millenni da rotte di immigrazione ed emigrazione. Una frontiera naturale ingannatrice che divide una unica popolazione montanara.
La nuova “rotta alpina “dei migranti di nuovo non ha nulla. Nonostante la militarizzazione del confine, una parte non esigua di abitanti delle valli ha deciso di non abbassare la testa e di non girare lo sguardo di fronte a quanto accade lungo i sentieri delle proprie montagne.
h19.30 VERE
Proiezione de Il confine occidentale  (docu-reportage 20’ – 2018 – Luigi D’Alife)
Sui pendii innevati dell’alta Val di Susa decine di uomini e donne provano tutti i giorni a sfidare le alpi per raggiungere la Francia in cerca di qualcosa di diverso, forse migliore, spinti dalla forza della libertà e della dignità.
h20.00
Presentazione del progetto The Milky Way, con Luigi D’Alife (Regista) e dibattito col pubblico
Tutte le info sul progetto https://www.milkywaydoc.com/
Diventa co-produttore scegliendo la tua quota di donazione http://bit.ly/Themilkyway
—PERCHE’ LA COPRODUZIONE?
Perché crediamo sia necessario mettere in discussione un sistema produttivo e distributivo che concede possibilità solo per chi se le può permettere, che marginalizza le produzioni indipendenti escludendole nei fatti dai circuiti cinematografici.
E’ necessario rompere quelle logiche di mercato e immaginarsi una narrazione diversa di ciò che abitualmente viene escluso dal main stream ed estromesso dal discorso pubblico.
L’idea di base di questo progetto è che questo film, veramente indipendente, verrà finanziato grazie al diretto coinvolgimento di tutti coloro che vogliono che sia realizzato.
Serve proprio ad immaginarsi non solo nuove forme di produzione/distribuzione, ma anche nuove forme di di sostegno economico, di comunità. Vuol dire ricoprire un ruolo attivo nella produzione culturale indipendente, dando un significato ben preciso ad un termine inflazionato e che troppo spesso è stato svuotato del suo reale significato: quello di produrre cambiamenti all’interno della società attraverso la narrazione del reale, sperimentando modalità di sostentamento che si basino su nuove formule di rapporto economico e sul meccanismo del dono.Smk Videofactory è una casa di produzione indipendente nata nel 2009 a Bologna da un gruppo di mediattivisti.
In questi anni ha prodotto principalmente documentari a sfondo sociale e lavori di inchiesta e denuncia. Crede fermamente nei modelli di Produzione dal Basso e nel fatto che un modo diverso di fare audiovisivo sia possibile.
Il primo progetto di crowdfunding risale al 2011 con il film “Tomorrow’s Land”.
Da lì ha prodotto una sequenza ininterrotta di documentari con campagne di coproduzione popolare: “Kosovo vs Kosovo” (2012), “Una follia effimera”(2012), “Green Lies” (2014), “Vite al Centro” (2014), “Quale Petrolio?” (2016), “The Harvest ” (2017).
Sulla scia dell’esperienza di autodistribuzione popolare di Tomorrow’s Land, fonda nel 2013 OpenDDB (Distribuzioni dal Basso), il portale che sostiene la circolazione di opere creative (film, doc
L’appuntamento è a partire dalle 19.00, in via Federico Confalonieri 3 a Milano, quartiere Isola.
Dic
31
Mar
TEST
Dic 31 giorno intero
Gen
11
Sab
Monte Ocone e Corna Camozzera
Gen 11 giorno intero
Monte Ocone e Corna Camozzera

La costa montuosa che separa il lecchese dalla bergamasca, e l’Adda dalle Valle Imagna conosce due vette rocciose prima del più imponente massiccio del Resegone: la Corna Camozzera e il Monte Ocone.

Info

Difficoltà: EE (2 api)

Quota partenza: 1300 m ca.

Quota massima: 1452 m

Pranzo: al sacco

Abbigliamento: adeguato ai rigori della stagione e all’eventualità di pioggia o neve

Note: non fatevi ingannare dalla differenza minima (apparente di quota), il dislivello complessivo in salita si aggira sui 500 metri

Iscrizioni

Le gite sociali sono aperte ai soci, non hanno un costo (le spese vive di viaggio si dividono tra i partecipanti!), ma ti chiediamo di registrarti e segnalarci se hai un’auto e dei posti liberi. La quota annuale è di soli 10 euro e ci permette di coprire la spese delle attività sociali.

Vuoi iscriverti? Facile, basta:

  1. compilare il form per partecipare alla gita:

Iscrizioni dal 2 al 9 gennaio, salvo raggiungimento limite partecipanti. Troverai qui il link al modulo di registrazione in quei giorni.

  1. compilare il modulo online per iscriverti all’Ape (se non sei già iscritto): https://forms.gle/3eZsLV3NSnKdcn6U8

Ritrovo

h7.00 a Piano Terra (via F. Confalonieri 3)

h7.15 partenza

Accesso

Da Milano prenderemo l’A4 in direzione Bergamo per uscire a Dalmine e imboccare la SS479 con destinazione Laghetto del Pertus, dove lasceremo l’auto

https://www.google.it/maps/dir/Piano+Terra,+Via+Federico+Confalonieri,+3,+20124+Milano+MI/Laghetto+del+Pert%C3%BAs,+Costa+Valle+Imagna,+BG/@45.6620434,9.267455,11z/am=t/data=!3m1!4b1!4m14!4m13!1m5!1m1!1s0x4786c1329ff9bcbf:0x81ad5c4d1b438d7!2m2!1d9.1894102!2d45.4864788!1m5!1m1!1s0x4786aa0455e5429d:0xa371646ba012f7cc!2m2!1d9.4928406!2d45.8072591!3e0 

Itinerario

L’itinerario che proponiamo segue la semplice cresta che dal Pertus porta alla Camozzera (sulla parte terminale sentiero EE) ed è tratto da questa relazione https://www.pieroweb.com/fotobrembane/ocone-camozzera/ocone-camozzera-8apr17.html

Link utili

milanoape@gmail.com // http://www.ape-alveare.it/ // https://t.me/alveareapeino

 

Gen
27
Lun
Incontro mensile a Pianoterra
Gen 27@7:00 PM–9:00 PM

Ogni quarto lunedì del mese, dalle 19 alle 21, Ape Milano si incontra al Pianoterra, il nostro rifugio in città: facciamo il punto sulle gite, sulle iniziative in programma, ceniamo insieme ed è il momento buono per fare o ritirare la propria tessera, per conoscerci, proporre attività o anche solo passare a trovarci.

Ci vediamo al Pianoterra, via Confalonieri 3, a Milano.


Sempre più in alto, per una nuova umanità

A.P.E. - Alveare dell'Associazione Proletari Escursionisti dal 1919