Due giorni al Pizzo Tre Signori

Il Rifugio Falc è poggiato a scavalco tra la Valle dell’inferno e la Val Biandino a quota 2120 m. Elisa, la sua rifugista, ci ha accolto in occasione di una due giorni al cospetto del Pizzo Tre Signori. Abbiamo raggiunto il Rifugio non prima di aver preso due rotte diverse all’altezza del minuscolo e magnifico Lago Zancone: chi dal periplo del Pizzo Trona e chi per la direttissima con prolungamento fino al Rifugio Santa Rita.

Dopo una serata all’insegna di letture, vino rosso e qualche schitarrata ci siamo svegliati (quasi) di buon’ora per raggiungere il Pizzo in contemporanea con le prime nubi e di lì, attaccare il sentiero alto che ci ha condotto al Rifugio Benigni per la Bocchetta di Valpianella e quindi giù a Pescegallo dove avevamo lasciato le auto sabato mattina. Una gran bella “due giorni” di inizio autunno, che precede quella del prossimo 7 e 8 dicembre al Menaggio.

pizzo tre signori, rifugio falc


admin

..il network nazionale


Sempre più in alto, per una nuova umanità

A.P.E. - Alveare dell'Associazione Proletari Escursionisti dal 1919