Il cambiamento climatico si beve i ghiacciai

Venerdi 15 marzo si è tenuto presso il CSA Magazzino 47 di Brescia il primo appuntamento della campagna “Dallo sciame all’alveare”.

Alle 18:00 Il cambiamento climatico si beve i ghiacciai, incontro con Andrea Toffaletti (S.G.L.) sulla condizione dei ghiacciai in Adamello a cui hanno partecipato 70 persone.

Il prossimo 23 marzo è indetta la Marcia per il clima e contro le grandi opere inutili, per la costruzione di una mobilitazione di massa che imponga all’agenda politica l’urgente necessità di intervenire per contrastare il cambiamento climatico, agendo su quelle che ne sono le cause, e per contestare il modello di sviluppo delle Grandi Opere inutili e imposte.
Gli effetti del riscaldamento globale oggi sono un’evidenza e, in particolare in Italia, queste evidenze si misurano nel costante scioglimento dei ghiacciai alpini, una tendenza in costante accelerazione.
Ma qual è la condizione attuale dei ghiacciai alpini? E di quelli in Adamello, i più prossimi geograficamente alla sezione bresciana dell’APE?
Per avere risposte a queste domande abbiamo invitato Andrea Toffaletti del Servizio Glaciologico Lombardo, che da anni si occupa dei ghiacciai lombardi e, in particolare, di quelli adamellini.

A seguire la cena partecipata da oltre 100 persone a sostegno della nascita dell’Associazione Ape Brescia.

Di seguito potete ascoltare l’audio dell’incontro e contemporaneamente visionare le slide che ci ha messo a disposizione AndreaToffaletti e che ringraziamo.

audio terza parte
audio seconda parte
audio prima parte

Sempre più in alto, per una nuova umanità

A.P.E. - Alveare dell'Associazione Proletari Escursionisti dal 1919